A Maria, donna del vino nuovo

Santa Maria, donna del vino nuovo, quante volte sperimentiamo pure noi che il banchetto della vita languisce e la felicità si spegne sul volto dei commensali!

E' il vino della festa che viene meno.

Non abbiamo più vino.

Muoviti a compassione di noi e ridonaci il gusto delle cose.

Solo così, le giare della nostra esistenza si riempiranno fino all' orlo di significati ultimi.

Santa Maria, donna del vino nuovo, liberaci, ti preghiamo, dagli appagamenti facili.

Dalle piccole conversioni sotto costo.

Dai rattoppi di comodo.

Preservaci dalle false sicurezze, dall'uso idolatrico della tradizione.

Quando ci coglie il sospetto che il vino nuovo rompa gli otri vecchi, donaci l'avvedutezza di sostituire i contenitori.

Santa Maria, donna del vino nuovo, noi ti ringraziamo infine, perché con le parole "Fate tutto quello che egli vi dirà" tu ci sveli il misterioso segreto della giovinezza.

E ci affidi il potere di svegliare l'aurora anche nel cuore della notte.

Ridonaci il gusto delle cose. Accendi nel nostro cuore il coraggio dei passi.

Don Tonino Bello

Contattaci

    Login mobile