A Locorotondo tornerò…

Il 30 Aprile 12 componenti del Gruppo LMMX di Locorotondo  durante una Paraliturgia hanno espresso la loro adesione di appartenenza ai Laici delle Missionarie di Maria-Saveriane alla presenza del Vicario Episcopale per la vita religiosa, don Piero Suma; del Parroco, don Franco Pellegrino; delle Sorelle Giuseppina Romanazzo ed Adriana Marsili; della Presidente Nazionale de’LMMX Patrizia Muraro.

 In considerazione del loro percorso formativo si possono così raggruppare:

  • Seguiti da Padre Spagnolo: Guarnieri Antonietta, Nina Minischetti, Romanazzo Antonio, Siliberti Giovanna;
  • Parte del Gruppo dagli anni ’80 ( quando le Sorelle erano in Puglia): Caramia Antonia, Ciccone Cosimina, Rella Maria Caterina, Sampietro Maria Antonia;
  • Parte del Gruppo dal 2000 grazie alla presenza di Rosaria Garau: Felice Giusi, Neglia Giuseppina, Neglia Pasquina, Schiavone Teresa.

 

Altri, pur non avendo espresso formalmente la loro adesione, lavorano molto nei vari ambiti parrocchiali di servizio e partecipano regolarmente agli incontri di formazione.

 

Il Gruppo di Locorotondo ha una lunga storia.

Humus fecondo, ambiente favorevole alla genesi di vocazioni religiose e laicali è sempre stata la nostra Comunità parrocchiale, luogo di ascolto della Parola e di educazione ministeriale.

Il servizio di animazione missionaria nella nostra comunità si è svolto almeno dagli anni ’40 - per quel che ricordiamo - ad opera di laici di Azione cattolica sostenuti dagli Uffici diocesani e con l’ausilio degli strumenti delle Pontificie Opere.

Il primo missionario accolto è stato il Servo di Dio Don Francesco Convertini, nato in Puglia, battezzato nella nostra parrocchia e morto a Krishnagar in India, amato da cristiani ed indù e dichiarato Venerabile. Per la sua missione Lina Perrini organizzava mostre missionarie e pesche.

Il gruppo delle Associate delle Missionarie di Maria a Locorotondo ( questo era il nome all’inizio ) si è formato negli Anni ’60, quando erano presenti in parrocchia Lina Perrini e Clelia Rosato, grazie ai contatti tenuti con P. Spagnolo.

La prima Associata è stata Lina Perrini dal 1954 al 1958 in attesa di poter entrare in Congregazione.

Il gruppo ha avuto inizio precisamente nel 1966, quando Lina è tornata a casa per seguire i genitori anziani e malati. Era formato da persone già impegnate in un cammino di ricerca e nel servizio parrocchiale. Per alcune si trattò di operare una scelta di vita importante.

Il Gruppo era seguito da P. Spagnolo e, in un primo momento, da Maria Pia Arienti, successivamente, in modo continuativo, da Maria Pia Berretta. Il Padre veniva regolarmente a Locorotondo per la crescita umana e missionaria delle componenti del  Gruppo che si recavano  ogni anno a Parma per gli Esercizi Spirituali.

Il Padre seguiva il Gruppo attraverso incontri di formazione e di Spiritualità, dialoghi personali, Direzione spirituale, un Bollettino periodico.

Il Gruppo è stato amato dal Fondatore. Ad alcune Associate che erano andate a trovarlo prima di morire aveva detto: “ O vivo o morto a Locorotondo tornerò”. Ci ha commosso molto una lettera scritta dal Padre proprio da Locorotondo a Lina Perrini che era in Francia per studiare la lingua: si nota con quanta cura ed amore seguisse i Gruppi e quanto fosse interessato alla vita della nostra comunità parrocchiale, alla gente che incontrava, alle persone con cui aveva stretto amicizia.

Le Associate di Locorotondo, anche nella situazione di incertezza che ad un certo punto era venuta a crearsi, rimasero  legate alla Congregazione e fedeli al servizio di animazione nella parrocchia che è stato sempre attivo grazie alla presenza in parrocchia di Clelia, alla sensibilità dell’Arciprete Don Orazio, suo fratello, dei nostri parroci Don Piero Suma e Don Franco Pellegrino ed ai contatti con Lina Perrini e Giuseppina Romanazzo, Missionarie in Congo.

Negli anni ’80, in virtù degli stimoli, dell’incoraggiamento, della convinzione di Miriam Sartorelli il “Gruppo storico” si è arricchito di un buon numero di presenze: eravamo operatori pastorali, generati al servizio di animazione missionaria nella spiritualità saveriana, grazie alla presenza ed al lavoro generoso dei Padri e delle Sorelle in Puglia.

Il Carisma della Missione ad Gentes per molti di noi è diventato Ministero esercitato in comunità nei vari ambiti di servizio: siamo stati accanto agli immigrati ed abbiamo seguito i cammini catecumenali come catechisti e garanti, si è sempre cercato di portare il respiro dell’universalità nella catechesi,  nella liturgia,  nella carità,  nella cultura, nei Gruppi di appartenenza.

Si è cercato di far conoscere e diffondere nelle Scuole del territorio la visione del mondo e della storia del CEM ( Centro di Educazione alla Mondialità ) e mettere in pratica la sua pedagogia.

E’ stato per noi naturale aderire al Gruppo Laici, perché  significava continuare ad essere ed operare come da sempre, ma con una marcia in più.

Le cure, la costanza, le occasioni di formazione offerte da Rosaria Garau hanno permesso al Gruppo di crescere anche nel numero, maturare senso di appartenenza e nuova consapevolezza.

Nella formazione in questi ultimi anni ci hanno aiutato le schede offerteci, gli incontri con Rosaria Garau e Giuseppina Romanazzo, i ritiri con i Padri Saveriani, i contatti personali con le sorelle di Locorotondo: Clelia, Lina, Giusi e le Sorelle conosciute negli anni vissuti a servizio dell’Animazione missionaria  in parrocchia ( anni ’80).

E’ sempre grande la gioia di accogliere nuove significative presenze, la gioia nel verificare che matura, anche nei nuovi membri, un senso di appartenenza alla Famiglia delle MISSIONARIE di MARIA sempre più consapevole e convinta, la gioia di sentirsi parte di una grande Famiglia, per i nuovi la gioia di sapere che il Fondatore è venuto spesso a Locorotondo, che il Gruppo ha una sua storia.

Padre Spagnolo aveva detto: “ O vivo o morto a Locorotondo tornerò”.

Il 30 aprile tutti sentivamo la sua presenza: a Locorotondo P. SPAGNOLO è tornato come promesso.  

 

 

Contattaci

    Login mobile